Home Chi siamo Il paese Il territorio Iniziative ed eventi
Home
Chi siamo
Il paese
Il territorio
Iniziative ed eventi
Contatti
 
 

Chiese






       Chiesa di San Giovanni            Chiesa di S. M. Assunta             Oratorio di San Bernardo

La Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista risale al XIII secolo, ma si pensa sia stato un ampliamento di una struttura ancora più antica. Il complesso attualmente visibile è del 1709, e venne ingrandito nel 1903 per far fronte all'aumento della popolazione. Gli interni sono quelli originali del  XVIII secolo, e conservano una pregevole tela di Camillo Procaccini.       Altro edificio degno di nota è la Chiesa di Santa Maria Assunta a Bestazzo, che risale per buona parte al XVII secolo ma la cui pianta, con tutta probabilità, è medioevale.  Una menzione merita anche l'Oratorio di San Bernardo, in zona Cascina Scanna, un edificio rinascimentale in ottimo stato di conservazione, con ancora particolari in cotto originali. L'oratorio fu anche nominato da San Carlo Borromeo nella relazione della sua visita a Cisliano. 

Uscendo dall'ambito sacro troviamo altri edifici degni di nota: Palazzo Terzago e Villa Landriani nella frazione di Bestazzo oltre a numerose cascine di interesse storico e artistico (Cascina Scanna, Cascina Madera, Cascina S. Giacomo, Cascina Manzola e altre). 

Palazzo Terzago, a Bestazzo, è il palazzo più antico della frazione ed era la residenza in loco della famiglia Terzaghi, feudataria del borgo. Il palazzo è inserito in un tipico impianto di vie medioevali, e questo porta a pensare che abbia origine molto antiche: probabilmente è stato un fortilizio medioevale se non addirittura un castrum romano. Villa Landriani risale alla metà del XVII secolo; l'edificio, a pianta rettangolare, è situato all'interno di una corte rurale ed è caratterizzato da un portico architravato retto da due colonne in granito rosa di Baveno. Cascina Scanna con le sue strutture risale al XVI secolo, anche se la fondazione del complesso su cui sorge oggi risale al IV secolo (datazione confermata da ritrovamenti archeologici). Altro bell'esempio di architettura rurale è la Cascina Madera, risalente al XVIII secolo, che nelle mappe del 1722 risultava ancora costituita da piccoli edifici e che solo in seguito fu sottoposta a modifiche e ampliamenti. Al XV secolo risalgono invece le prime tracce murarie della Cappella e della Cascina San Giacomo, di cui sono ancora visibili le decorazioni in cotto delle finestre a sesto acuto. Il complesso era al tempo di proprietà di Filippo della Porta, che ne destinò una parte a ricovero per i viandanti. Questo diede al complesso il nome San Giacomo dato che il Santo era il patrono dei pellegrini.

Cascina Manzola, infine, risale al XVI secolo, e viene citata in documenti del 1574. In origine il complesso era residenza signorile di caccia e, nonostante nel tempo abbia subito modifiche e ristrutturazioni, mantiene ancora parte della decorazione tipica dell'era viscontea.

            

             Palazzo Terzago                      Palazzo Landriani                        Cascina Scanna

CP

 P


            Cascina Madera                      Cascina S. Giacomo                      Cascina Manzola

C

 SC

 
















Site Map